Programma elettorale

SPEZIA CITTA’ DI MARE

SPEZIA CITTÀ DA AMARE

VOGLIAMO FARE DELLA  CITTA’  LA CAPITALE DELLA SMART e BLUE ECONOMY

Vogliamo consolidare lo sviluppo della cultura e delle attività legate al mare in una logica smart e green, assi strategici dell’Unione europea.

Vogliamo scommettere su Innovazione-Ricerca-Formazione. Una città che raccoglie le sfide del presente e si proietta nel futuro, da cui trarre lavoro, benessere e ricchezza per tutti.

Vogliamo fare sistema per valorizzare gli asset strategici e le diverse competenze presenti sul territorio:porto,  MM, Industria Difesa, cantieristica e nautica, PMI, DLTM, Università, Enti di ricerca, Turismo , Commercio e terziario.

Vogliamo creare un vero e proprio campus universitario collegando il falcomatá al campo montagna ed alla piscina mori per coniugare formazione universitaria ad attività sportiva.

Una Citta’ più Innovativa e con più Lavoro

Creare un ambiente innovativo, integrato ed organizzato che favorisca investimenti e nuovi insediamenti industriali e la nascita di start up e/o spin off ad alto contenuto tecnologico.

Fare della nuova sede dell’Università e del DLTM un punto strategico di incontro tra innovazione delle imprese, ricerca, formazione universitaria e post universitaria connesso ai programmi europei di ricerca e sperimentazione e  diffusione delle nuove tecnologie (IOT, HPC Cloud computing etc) e un laboratorio di idee sull’open innovation.

 

AREA ENEL

Punti fondamentali:

  1. Ottenere in tempi certi una integrale e completa bonifica delle aree inquinate
  2. Mantenere il ruolo di ENEL nella fase di conversione dell’area per sfruttarne appieno il sistema di relazioni  nazionali ed internazionali
  3. mantenere il tema dell’elettrico centrale, legato alla mobilità  elettrica che sia per il pubblico sia per il privato rappresenterà il futuro della mobilità
  4.  Gigafactory di auto elettriche con relativa filiera dell’indotto
  5. Realizzazione nelle aree libere e collinari di percorsi nel verde, piscine, laghetti, anche       Verificando la possibilità di utilizzare gli impianti di pompaggio e restituzione dell’acqua di mare esistenti.

 

PORTO

Necessario completare la razionalizzazione degli spazi portuali,  non solo dando piena attuazione al Piano Regolatore Portuale (PRP) ma anche attraverso:

– Potenziamento delle dotazioni infrastrutturali, sia portuali che ferroviarie,

– Rispetto dei vincoli di impatto ambientale

– Avviamento  in collaborazione con AP dei lavori della fascia di rispetto

– Consolidamento e sviluppo delle due attività principali del nostro Porto: la parte commerciale e la parte crocieristica/nuova stazione marittima.

– Promozione di un hub portuale sviluppato in tutte le filiere ad esso collegate

– Realizzazione della linea Pontremolese .

-Completamento del retro porto a Santo Stefano Magra

 

NAUTICA, CANTIERISTICA

La nautica e la cantieristica sono attività strategiche per il territorio su cui puntare per ottenere il massimo beneficio in termini di ricadute occupazionali ed economiche attraverso la realizzazione di una vera e propria filiera che includa il cantiere,  la formazione degli equipaggi, i porticcioli e i servizi collegati, c0n una particolare attenzione  alle attività di refitting, la manutenzione per cui La Spezia ha tutte le condizioni per diventare un polo di eccellenza sul mediterraneo.

 

POLO DELLA DIFESA

Una Base Navale Operativa, un Arsenale ed il più importante Centro di Ricerca della MMI (CSSN), Fincantieri,  Leonardo Divisione Sistemi Difesa, MBDA,  PMI, Il DLTM.Il Consorzio Tecnomar Ed Un Polo Universitario di Ingegneria legati da  una osmosi di conoscenze e competenze.

Vogliamo creare un polo nazionale della difesa che consolidi e sviluppi la presenza della MM e delle imprese tutte (grandi, piccole e medie) operanti nel settore

Vogliamo favorire un processo di aggregazione e di crescita sul territorio puntando su ricerca, formazione e innovazione, applicazioni duali e ciclo di vita del prodotto nave, approfittando delle nuove costruzioni legate all’importante legge navale appena varata.

 

Puntiamo a fare crescere le PMI da un rapporto di subfornitura a quello di partnership delle grandi aziende anche sfruttando le opportunità rappresentate dai programmi europei in primis e dai programmi di finanziamento nazionali come il PNRM (Piano Nazionale della Ricerca Militare).

 

Vogliamo stipulare un nuovo patto tra Marina e Città che confermi e consolidi la presenza della MM ma che nello stesso tempo ridisegni, razionalizzi e concentri gli spazi occupati creando opportunità per nuove occasioni di socialità, di sviluppo e di lavoro.

 

Una città più accogliente e colorata

TURISMO & CULTURA

La città della Spezia e l’intera area vasta che va dalle 5 terre al comprensorio apuano hanno tutti gli elementi per un’offerta multi-prodotto attraverso:

Pedonalizzazione di tutto il centro storico e dotazione di parcheggi e navette di asservimento.

Consolidamento e crescita del turismo crocieristico e nautico

Riqualificazione dei luoghi cittadini

Riqualificazione dell’intera Rete Museale locale individuando forme di gestione e promozione innovative

Organizzazione e Promozione di eventi, mostre e Festival di richiamo nazionale ed  internazionale individuando luoghi e strutture adeguate e multifunzionali

Realizzazione di strutture e servizi di qualità.

Fondamentale sarà favorire la realizzazione di strutture alberghiere di qualità per favorire il turismo convegnistico e congressuale durante l’anno intero

Sostenere la riscoperta dell’opera lirica come tratto culturale fondamentale della nostra città

 

COMMERCIO

I negozi sono l’anima dei quartieri , danno luce e, di riflesso,  sicurezza: é nostra intenzione valorizzare la loro presenza sia nel centro storico, sia nelle periferie.

Dovranno essere proposte specifiche azioni affinché il tessuto cittadino possa rinascere anche traendo il massimo beneficio dalla crescita dei flussi turistici, attraverso:

– Creazione di una migliore accessibilità grazie a nuovi parcheggi in superficie e sotterranei

– Forme di premialità fiscale legate all’andamento dei negozi

– Semplificazione delle procedure amministrative e rispetto delle regole del Piano del Commercio

 

Una città più bella e pulita

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Vogliamo rivedere i rapporti con Acam e le Cooperative locali per una giusta organizzazione delle risorse. Proponiamo, sull’esempio dei migliori casi nazionali, una raccolta in orario notturno In modo da trovare la città pulita al mattino.

Nuovo e più efficiente sistema di raccolta della differenziata.

SISTEMA FOGNARIO  

 

Ci impegniamo affinché nemmeno un decilitro di acque nere siano più riversate in mare.

– Prevediamo lavori complessivi per efficentare ed estendere le rete fognarie, collegandola al depuratore

– Necessario potenziare il sistema di depurazione delle acque nere anche prevedendo l’adozione di tecnologie e pratiche all’avanguardia. Ciò Significa  lavoro e mare pulito.

-bonifiche di fondali e di siti inquinanti

-balneabilità della diga foranea nel rispetto della sostenibilità ambientale e della tutela delle attività legate alla mitili coltura

Una città più semplice e moderna

L’amministrazione moderna e smart richiede la necessità di un rinnovamento in termini di mentalità e di approccio attraverso:

– Semplificazione

– Ottimizzazione delle risorse umane e dei processi

– Adozione di nuove logiche operative che mettano al centro le esigenze del cittadino

– Adozione di ICT per la gestione dei processi e dei dati  

– Attuazione del Piano di Partecipazione che coinvolge la cittadinanza sin dalle prime fasi di progetti ed iniziative e il coinvolgimento di tutti i cittadini, qualsiasi area o minoranza essi rappresentino

– Potenziamento ufficio diritti animali del comune

 

MOBILITA’ PUBBLICA

 

– Potenziamento, ottimizzazione e adozione di tecnologie smart ed ecosostenibili (bus, elettrici, tickets)

– Adeguamento dell’accessibilità a tutti mezzi (per disabili, anziani e muniti di attrezzature di vario tipo)

Potenziare e migliorare il trasporto pubblico, fondato sulla mobilità elettrica realizzando una metropolitana leggera, che abbracci la città da levante a ponente : una linea da Pagliari alla Stazione Crociere e un’altra dal Museo Navale a Marola.

Utilizzare le migliori tecnologie per rendere la città più smart ed ecologica.

Una città in movimento

– Incrementare e valorizzare lo sport, come disciplina formativa e di promozione alla salute con un nuovo impulso a 360°, al fine di educare bambini, giovani e anziani, e persone diversamente abili alla cura del corpo e della propria salute, riqualificando aree aperte, creando “ palestre nel verde ” in città.

– Ripensare lo Stadio cittadino come luogo in grado di accogliere importanti eventi sportivi riportandolo anche ad essere luogo di espressione artistica ad alti livelli (concerti ecc.)

Una città più sana, inclusiva e sicura

SANITA’

– Pianificare un nuovo modello organizzativo attraverso Il contributo di tutti i possibili attori del Sistema Sanitario (politici, amministratori, partner privati, professionisti del settore e utenti).

Imposizione di azioni di sinergia tra Distretto socio sanitario ospedali e comuni.

– Investire sulle risorse umane.

Varare una rete integrata di servizi assistenziali per malati cronici e disabili

– Sviluppare l’e-health

– implementare la formazione e l’informazione dell’utente

Monitorare costantemente la qualità dei servizi

Sperimentare nuove forme organizzative delle degenze ospedaliere

Rilanciare i consultori familiari

Definire la vocazione attuale e futura dei due ospedali

WELFARE AMICO DELLA FAMIGLIA

 

La famiglia, intesa come nucleo di persone con reciprocità di diritti e doveri secondo le attuali leggi dello stato, sarà al cento dell’azione amministrativa, riconoscendola nel suo ruolo insostituibile di primo ammortizzatore sociale e fondando la propria azione politica sul suo sostegno.

La spesa sociale non come “spesa a perdere”, quindi, ma piuttosto come investimento oggi per il domani.

Parole Chiave:

 

– Family Mainstreaming ( politiche di sostegno alle relazioni familiari);

– Sviluppo della RICCHEZZA EDUCATIVA: apprendere, sperimentare, sviluppare capacità, talenti aspirazioni nei primi anni di vita;

– Appoggiare la sussidiarietà, con interventi mirati NON a sostituire ma a potenziare  le funzioni proprie e autonome delle famiglie stesse;

– Non separare ma integrare le politiche sociali con le altre politiche con particolari attenzioni ad anziani e disabili.

ALCUNE AZIONI CONCRETE:

  • “Sportello della Famiglia” e “Scuola per genitori”
  • Azioni a sostegno della natalità : ASILI NIDO E SERVIZI PER L’INFANZIA, con aperture e orari favorevoli alle esigenze familiari e per bilanciare lavoro-famiglia.
  • istituzione di NIDI-FAMIGLIA e/o, sul modello tedesco, l’istituzione delle TAGESMUTTER, donne debitamente formate e in stretto contatto con l’amministrazione che accudiscono al proprio domicilio più bambini contemporaneamente;
  • creazione e supporto di NIDI AZIENDALI e INTERAZIENDALI, a favore dei figli dei lavoratori ma aperti al territorio.

SUSSIDIARIETA’ verso il TERZO SETTORE

Valorizzazione del volontariato con l’istituzione della Consulta delle Associazioni di Volontariato Attraverso il principio della sussidiarietà,   valorizzandone la sua azione sociale.

DECENTRAMENTO e PARTECIPAZIONE

Decentramento, comunità, partecipazione = NUOVO MUNICIPIO – roccaforte della democrazia.

Assessore di zona Ripensando ad un  nuovo SPAZIO DI DEMOCRAZIA., di dialogo e confronto tra istituzione e cittadino.

Istituzioni di ambulatori infermieristici in ogni quartiere, con particolare attenzione all’ infermiere di famiglia per sopperire ai bisogni di anziani e più deboli.

PARCHI SOCIALI

–  Recuperare le diverse aree in degrado perché ritornino ad essere spazi di partecipazione, prevenzione e coesione sociale, anche utili alla promozione di politiche di welfare

– politiche idonee per l’affidamento a soggetti del privato sociale  nel rispetto di un preciso “regolamento di gestione aree pubbliche”

– Parchi in rete e  “card park”, il parco come bene comune.

– Parco Sociale a sostegno l’inserimento lavorativo per soggetti svantaggiati, favorendo  l’imprenditorialità nel sociale.

– Creare veri e propri polmoni verdi in città e nelle periferie, in rete tra loro, a dimensione di bambino ed anziano volti al recupero di rapporti sociali perduti ma fondamentali per una crescita armoniosa del bambino attraverso valori da una parte e il recupero di figure significative come i nonni.

Luoghi decorosi, riqualificati, più sicuri con il contributo di tutti e per tutti.

SICUREZZA

Pianificare, programmare ed ottimizzare il sistema di sorveglianza e sicurezza nei quartieri della città  attraverso:

– Maggiore presenza di forze dell’ordine per la prevenzione di episodi di microcriminalità a partire dalle periferie

– Tecnologie per il monitoraggio e la sicurezza del territorio

-Maggiore capacità  di controllo del territorio anche istituendo , da parte del Comune, squadre di volontari per la sicurezza da impiegare nei punti più sensibili quali scuole, parchi, aree verdi, etc.

 

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Informazioni | Chiudi